Lo Hobbit

Lo HobbitSe siete fan sfegatati di Tolkien vi verrà senza dubbio una mezza gastrite, ma dovreste essere già abituati al fatto che la filologia ha ceduto il passo alla spettacolarizzazione, come tra l’altro è successo già con “Il signore degli anelli”. Ma in fondo da un film un po’ ce lo si aspetta.

La cosa più deludente è stata la canzone dei nani tradotta in italiano, che a sentirla in inglese è davvero tutta un’altra storia, ma per il resto il film è veramente bello. Ovviamente il film in quanto tale, se lo vedete da spettatore che non conosce la storia e non ha letto il libro, anche perché sono mischiati anche avvenimenti di cui si parla nel Silmarrillion. Divertentissimi i nani, anche se non credi rispettino molto i loro equivalenti letterari, in particolare il principe figo, che non è esattamente come ci si aspetterebbe da un nano (anche se io non mi lamenterei).

Che altro dire? Io lo andrò a vedere sicuramente un altro paio di volte, e consiglio anche a voi di provare, perché merita. Unico fastidio è la valanga di maledizioni a Peter Jackson per aver fatto di nuovo una trilogia quando poteva essere un film solo.

Aspetto i vostri commenti 🙂

T.